Contrada Marina Campagna
3664457851
amacilento@gmail.com

Castagne

...il cilento a portata di mano...

Castagne


Notice: Undefined offset: 1 in /var/www/vhosts/h587963.linp056.arubabusiness.it/amacilento.com/wp-includes/media.php on line 712

Notice: Undefined offset: 1 in /var/www/vhosts/h587963.linp056.arubabusiness.it/amacilento.com/wp-includes/media.php on line 714

Notice: Undefined offset: 1 in /var/www/vhosts/h587963.linp056.arubabusiness.it/amacilento.com/wp-includes/media.php on line 717

Notice: Undefined offset: 1 in /var/www/vhosts/h587963.linp056.arubabusiness.it/amacilento.com/wp-includes/media.php on line 67

Castagne

Le Castagne prodotto d’eccellenza nel territorio cilentano.

Il Cilento è una zona molto ricca di vegetazione e in partcolar modo di boschi. Per questo motivo vanta una notevole importanza anche nella produzione di castagne.

Rinomate sono le castagne di Roccadaspide, che hanno ricevuto la denominazione IGP. Hanno dimensioni medie e una polpa compatta, piuttosto dolce, il rivestimento della membrana si spella facilmente. L’albero fornisce una sostanza chimica che viene usata per la concia delle pelli.

Il suo legname è stato utilizzato maggiormente nella costruzione edile. Sopratutto è possibile trovare nelle case più antiche solai a vista composti con travi di legno di castagno. L’uso del suddetto legno è stato propizio anche nelle linee ferroviarie e linee telefoniche. Non è difficile trovare ancora oggi mobilia di questo legno fatta a mano e oggi restaurata. Le castagne erano cibo per ricchi quanto per poveri. I primi le assaporavano tramite ricette elaborate e ricercate, i secondi le stimavano per il loro alto valore nutritivo.

Dalle castagne si ricava un tipo di farina che ha la particolarità di una lunga conservazione senza subire danni di deterioramento. Questa caratteristica portò ad utilizzare la farina di castagne per nutrire gli eserciti in guerra.

La tradizione delle castagne nella storia

Si presuppone che a trapiantare la pianta in Europa furono i Romani. Ma soltanto nel medioevo con l’avvento dei monasteri e dei monaci molto attivi nella coltivazione dei terreni si realizzarono vaste colture della pianta. Le coltivazioni si estendevano sia sui terreni collinari e che quelli di montagna.

La raccolta delle castagne avviene nel tardo autunno, da Ottobre a Dicembre. La castagna si presenta con una conservabilità elevata.  Nella cultura tradizionale cilentana si usa ancora immergerle nell’acqua in tinozze di legno. Questo processo deve durare nove giorni durante i quali l’acqua all’interno delle tinozze va sostituita parzialmente o anche totalmente.

Passati i giorni di immersione i frutti vanno conservati in posti arieggiati e successivamente disposti in strati ricoperti con sabbia fine e asciutta. La sabbia fa si di mantenere inalterate le caratteristiche dei questo frutto.

Castagne

 

Lascia un commento